Stormy daniels nude photos

Закрыть ... [X]

La grande Iva Zanicchi protagonista di un musical al Teatro Ciak di Milano dal titolo Men in Italy, dal 31 dicembre 2018 al 20 gennaio 2019. Una donna esuberante, strabordante di simpatia, che dopo un’intervista ti fa venire voglia d’invitarla a cena a casa per passare tutta la serata insieme a ridere. L’abbiamo incontrata, e ne aveva di cose da dire, soprattutto quando si è arrivati a parlare di politica…

Cos’è la bellezza oggi?

La bellezza ha davvero salvato l’umanità, sono convinta di questo. Ci ha salvato anche dalla miseria. Amare il bello è fondamentale. Non voglio entrare nel discorso della bellezza classica, dei grandi pittori e scultori che hanno salvato dall’ignoranza migliaia di persone. Nonostante le battutacce che posso dire durante lo spettacolo, penso che la bellezza oggi sia la discrezione, la signorilità, la classe, perché daniels pagano ancora. I giovani tendono a essere un po’ sciatti, si vestono tutti uguali, tendono a omologarsi ma la personalità vince. La bellezza si trova in un bel tramonto, in una rosa che sboccia, saranno banalità ma io la vedo dappertutto, anche quando nevica, mi commuovo. Io amo la natura. Ho un concetto del bello un po’ vasto, e in Men in Italy parliamo anche della bellezza dell’uomo, perché tratta di una casa di moda maschile, molto più difficile da gestire rispetto alla moda femminile. Con questo spettacolo stormy daniels nude photos si vuole esaltare la bellezza dell’uomo attraverso gli occhi del mio personaggio, attraverso la sua arte. Poi li metto in mutande…

Hai mai guardato Beautiful? Il tuo personaggio sembra una sorta di Sally Spectra più che Miranda Priestley de Il Diavolo veste Prada

Lo guardavo, poi ho smesso… lei aveva una forte personalità. Il mio personaggio passa dall’ironia alla cattiveria, perché deve mandare avanti una grande azienda, e il pungo di ferro ci vuole, soprattutto quando scopre l’amore tra il suo uomo immagine, Alex Belli, e Beatrice Baldaccini, la stilista, che ha grandi idee che Norma regolarmente cerca di far passare per sue. Quando scopre che i due si innamorano diventa cattivissima perché ha paura di perdere entrambi. Poi però cede perché lo spirito materno viene sempre fuori…

C’è molta musica in questo spettacolo ma sono sempre vecchi brani… cosa pensi della musica di oggi? Resterà qualcosa?

Della musica di oggi rimarrà l’innovazione ritmica più che le melodie, che quasi non esistono. Ci sono molti brani che puoi ballare e cantare ma spesso la canzone non c’è. Mentre se andiamo indietro nel tempo troviamo delle melodie immortali. Per esempio il brano di Bindi Il nostro concerto suonato al pianoforte sembra un pezzo d’opera. Ci sono canzoni straordinarie che con un vestito nuovo sono eterne. Invece oggi il vestito nuovo come glielo puoi mettere? Bisognerebbe svestire queste canzoni ma poi cosa rimane? Non c’è quasi mai la melodia, cosa che invece ha salvato la musica italiana, dal melodramma agli anni ’80.

Che rapporto hai con la musica straniera?

Conosco, seguo, ascolto, ci mancherebbe altro, ma pochi mi piacciono. Poi ho una nipote di sedici anni che mi rompe le scatole con cantanti che non so chi siano tipo Shawn Mendes di cui è innamorata, uno nato a Toronto, di cui mi fa sentire tutto. Alcune cose sono pregevoli, musicalmente straordinarie, voci bellissime. A me piace la musica di oggi, non mi piace quando è ripetitiva, quando prendono una base musicale bellissima per poi rovinarla.

Cosa vuol dire essere un personaggio famoso oggi nell’epoca dei social network, Facebook, Instagram…

Ecco, non ci capisco nulla! Mi rinfacciano la cosa anche mia figlia, mia nipote, il mio compagno, perché dovrei stare al passo con i tempi. Ieri anche Alex Belli mi ha detto “Ma come, non sei su Instagram?” E io gli ho detto che ok, ci sarò, ma poi non lo guarderò. Che dovrei fare? Tutte le mattine dovrei mettermi lì a raccontare i fatti miei a chi? Io trovo che sia una cosa fuori dalla mia portata e si vede che sono di un’altra generazione, ma visto che sono curiosa, adesso ho giurato che mi impegnerò su Instagram e racconterò di quando devo andare in bagno, poi quando esco dal bagno vi faccio vedere il giardino con le galline, i miei cani… Si fa così? Vi dirò quando vado a fare la spesa e vi consiglierò di andare da un’altra parte se quel supermercato costa troppo…

Un episodio OFF della tua vita?

Io purtroppo sono molto chiacchierona, ma quelle cose di cui non ho mai parlato non le dirò mai a nessuno. Io non sono una diva per eccellenza proprio perché chiacchiero troppo. Ecco perché forse mi può andar bene Instagram! La diva non parla, non racconta. Io sono anti-diva, anche se forse sono famosa, sono abbastanza conosciuta, e spero amata, ma questo è.

Iva Zanicchi: "La bellezza ha davvero salvato l'umanità"

Una domandina su questo governo… che ne pensi?

Siamo in un mondo di musica, di favola, fantastico, dove tutti ballano e cantano e tu mi vuoi deprimere così! Io ho fatto politica, non posso certo nasconderlo. E’ stato un periodo della mia vita che non rinnego, ma che non rifarei perché gli altri non te lo perdonano. Ma non è così negli altri paesi. Per esempio Melina Merkouri è stata una grande attrice greca e poi è diventata ministro, e nessuno si era scandalizzato. Per non parlare di Reagan, che è diventato Presidente degli Stati Uniti. In Italia invece non te lo perdonano.

Ma è perché sei andata a destra e non a sinistra?

Io non sono una che ha un partito, io ho le persone. Sono andata con Berlusconi perché sapevo che avrebbe fatto tanto per il nostro Paese. Se lui fosse stato comunista sarei andata a sinistra (anche se, onestamente, di sinistra non sono mai stata). Ho delle simpatie, ho tanti amici di sinistra, però in Emilia è così, o sei o non sei… ne sono attorniata, anche in famiglia! Io ho fatto politica con molto cuore e sentimento, e devo dire che è stata una bella mazzata. Quando tornavo nel mio paese non riuscivo a far capire quello che stavo facendo, perché non gliene fregava niente a nessuno, e allora mi sono detta: ok, la politica non fa per me.

Hai un rimpianto? Qualcosa che non rifaresti?

La politica non la rifarei, non perché non l’abbia amata ma per la difficoltà che ho trovato nel reinserirmi nel mio mondo, perché ero dalla parte sbagliata, e oltretutto questa parte sbagliata fa poco per gli artisti (quei pochi che ha) e non li difende abbastanza. Mi hanno raccontato di una grande festa popolare fatta da Berlusconi per Forza Italia in cui hanno invitato la Mannoia, che è la bandiera della sinistra.

L’hanno fatto apposta…

Dico sempre: se fossi andata a sinistra sarei stata un’icona, avrei avuto la vita più facile come artista. Vedi, non volevo parlare di politica e ho parlato di politica!





ШОКИРУЮЩИЕ НОВОСТИ



Related News


Foto ciuman bibir paling hot
Wondershare photo collage editor
Fotografia de producto precios
Photo modern shop interior design
Great outdoors photo contest